Home

ANEB – Associazione Nazionale Educatori Benemeriti

L’ANEB, Associazione Nazionale Educatori Benemeriti, è un‘ associazione
socio culturale diffusa in quasi tutte le Regioni d’italia.

E‘ nata a Roma nel 1956.cropped-Logo-ANEB-250x340.jpg
Il direttore didattico Alfredo Bajocco e l’ispettore scolastico Socrate Ciccarelli, entrambi in pensione, avevano la consuetudine di incontrarsi nelle sale del Caffè Castellino, in piazza Venezia. Pensando ai molti. educatori e dirigenti scolastici in quiescenza, diedero vita alla nostra Associazione che, in origine, doveva avere, come associati, tutti gli educatori che avevano dedicato la loro professionalità, la loro cultura, il loro amore, il loro insegnamento nelle scuole di ogni ordine e grado e che erano stati insigniti di medaglia d’oro, d’argento o di bronzo dal Ministero della P.l. ma, Éol trascorrere degli anni, oggi l’associazione
accoglie tutti gli insegnanti che hanno svolto, senza demerito, 20 anni di
servizio.

Educatori Benemeriti sono coloro che hanno vissuto una vita nella scuola, dove spesso sono entrati col fervido entusiasmo della giovinezza.
Una vita per la Scuola che lascia un‘ impronta indelebile che perdura come vocazione alla solidarietà, all‘ umanità, alla cultura, all’impegno sociale anche dopo la fine del servizio attivo.

Il Primo Congresso Nazionale fu tenuto a Roma, in Campidoglio, nel salone della Protomoteca, il 13/14 Aprile 1958. La cerimonia era stata preceduta dalla deposizione di una corona all‘ Altare della Patria e dal
battesimo del labaro.
Nel 1961 fu ufficializzata la Costituzione delI’ANEB a livello Nazionale (atto del 4/12/1961, repertorio n°18802— d’ordine 3508).

Il primo Statuto delI’ANEB è del 1965 : in esso sono indicati i principi fondamentali del Sodalizio che è apolitico, areligioso, apartitico.
Sino ad allora I’ANEB era accentrata a Roma; ma dopo la stesura dello Statuto, l’Assemblea del IV Congresso Nazionale apre agli organismi regionali.

Nascono cosi le Sezioni che però, allora come oggi, fanno costante riferimento alla Presidenza Nazionale che coordina e unisce tutte le Sezioni.

Queste però possono agire autonomamente per quanto riguarda le attività socio culturali secondo le necessità del territorio in cui operano, senza mai derogare però dalle norme statutarie.
Nei tempo, la sede ufficiale della Presidenza Nazionale ha avuto diverse collocazioni: prima sede, Via Saffi 64, presso l’abitazione del socio fondatore Dott. Bajocco.
Nel 1959 presso la scuola Pestalozzi, in Via Montello.
Dal 1966 al 1968 presso la CEI (Centro Editoriale Italiano) Viale Mazzini 134.
Successivamente, nel 1969 in via Tevere, nella scuola Lante della Rovereî‘ e»
Ora è in via Tiburtina antica 25, nell’Istituto Comprensivo Buorzi.

L’ANEB continua il suo cammino culturale, affrontando sempre temi di ampio spessore e aperti al dibattito. Ne citiamo alcuni :
– Gli educatori e i giovani
–  ll contemporaneo nella cultura e nella scuola
– La psicanalisi e l’educazione
– L‘ apporto dell’insegnante alla formazione di una coscienza democratica
– La libertà dell’insegnamento e la funzione del cittadino — Valori perenni della moderna esperienza
educativa
– Rapporti fra scuola e famiglia
– La scuola elementare tra la cultura umanistica e la cultura scientifica – L’arte e l’educazione —
– Rinnovare conservando
– La dimensione europea della cultura
– Cause della dispersione scolastica
– L’educazione alla cultura e all’uso delle moderne tecnologie
e moltissimi altri temi di attualità che vedono impegnati la scuola e la società contemporanea.